prugne

NOME: Prugne (o susine) appartiene alla famiglia delle Rosacee. Fresche tra fine estate e inizio autunno, secche tutto l'anno, le prugne possono essere sulle nostre tavole in ogni stagione. Quando sono fresche, il loro sapore è lievemente aspro, ma contengono comunque molti zuccheri. Normalmente si parla di susine intendendo i frutti freschi e di prugne riferendosi ai frutti essiccati. La forma dei frutti è leggermente allungata e il colore della buccia può variare, a seconda delle varietà, dal giallo, all'arancio, al verde al blu violaceo. 

DIFFUSIONE: Le aree di maggiore produzione a livello mondiale sono l’Europa, la Cina e gli Stati Uniti, da dove provengono le celebri prugne della California. In Italia, le regioni dove le susine vengono maggiormente coltivate sono: Campania, Emilia Romagna, Marche, Lazio, Abruzzo, Piemonte e Trentino Alto Adige.

PROPRIETA' e BENEFICI: Grazie al loro contenuto di vitamine e sali minerali, le prugne aiutano a reintegrare i minerali e sono un valido aiuto contro la stanchezza. La polpa è ricca di sostanze antiossidanti quali flavonoidi e polifenoli. Il frutto contiene, inoltre, difenilisatina, una sostanza che stimola la funzione intestinale; le prugne, quindi, sono utili in caso di stitichezza. Sono, inoltre, disintossicanti e diuretiche. La prugna a buccia gialla è quella con il più elevato contenuto di fibre, mentre la prugna a buccia rossa è la più ricca di antiossidanti. Per maggiori informazioni https://www.greenme.it/mangiare/di-stagione/susine-calorie-proprieta-benefici/

ALLEATA DI: Intestino, ossa, capelli, pelle.

UTILIZZO: Le susine possono essere consumate al naturale oppure possono essere cotte ed utilizzate per la preparazione di marmellate, composte, sciroppi, gelatine e dolci di vario tipo. In estate risultano particolarmente gradevoli unite ad altra frutta di stagione nella preparazione di macedonie e frullati freschi.

CURIOSITA':

- Secondo alcune teorie, la prugna è stata introdotta in Europa dai cavalieri della prima crociata intorno al 1200.

- Le prugne andrebbero raccolte quando sono mature al punto giusto; se si raccolgono acerbe difficilmente arrivano a maturazione.

- Mangiare 3 prugne al giorno è un ottimo metodo per la prevenzione di malattie degenerative e per rallentare l’invecchiamento cellulare.

- Si consiglia la loro somministrazione ai bambini, soprattutto a colazione. Si usano in sostituzione delle merendine a base di burro e di grasso animale, sostanze nocive per il nostro organismo.

- Per depurare l’organismo si consiglia di bere un decotto di prugne secche prima di andare a dormire.

- Il nome susina deriva probabilmente dalla città della Persia, Susa, dove probabilmente veniva coltivata nell'antichità.

- Il processo di essiccazione per la produzione di prugne secche ebbe inizio in California nel XIX° secolo. Attualmente la California è il maggior produttore a livello mondiale.

 Acquista qui (se disponibile)